Notizie


Troppo divano, pochi giochi all'aperto.

Troppo divano, videogiochi e computer: e i bambini di oggi sono, rispetto a 10 anni fa, meno sportivi e più deboli fisicamente. I loro muscoli sono meno reattivi, in particolare quelli delle braccia e, in generale, sono meno capaci di svolgere normali esercizi come appendersi a una spalliera in palestra, eseguire degli addominali e afferrare oggetti. A sostenerlo è uno studio pubblicato su Acta Paediatrica da un gruppo di ricercatori dell’Università di Essex, in Inghilterra. Secondo i ricercatori tutto dipenderebbe dal fatto che computer, internet e social network hanno soppiantato i giochi all’aperto, tra cui partite a pallone, corse e ‘scalate’ di alberi, determinando un indebolimento muscolare generale. Lo studio ha esaminato, nel 2008, le abilità fisiche e sportive di un gruppo di 315 bambini inglesi delle scuole elementari, e ne ha poi paragonato i risultati con i dati che dieci anni prima, nel 1998, erano stati rilevati su un primo gruppo di 309 bambini della stessa età. Gli esperti hanno quindi registrato le differenze tra i due gruppi di coetanei: la responsabilità della minor capacità muscolare dipenderebbe, secondo Gavin Sandercock, che ha guidato lo studio, “dai cambiamenti nelle attività svolte dai bambini inglesi negli ultimi 10 anni, come prendere parte a un minor numero di attività all’aperto, tra cui l’arrampicarsi sugli alberi. In genere queste attività potenziano infatti l’apparato muscolare dei bambini, rendendoli in grado di sollevare e sostenere il loro peso corporeo”. Dallo studio emerge, inoltre, che il peso forma dei ragazzi non è poi tanto cambiato rispetto al 1998, e che non si rilevano tassi di obesità e sovrappeso molto differenti: questo significa, conclude Sandercock, che l’organismo dei bambini di oggi è probabilmente costituito da meno massa muscolare e più massa grassa rispetto a 10 anni fa. (Fonte: SaluteOggi - ASCA.it)

Altre Notizie:

Coronavirus, i consigli dell’ISS per la sicurezza ...

Dal campo alla tavola.

Produzione, commercializzazione e consumo degli alimenti: le indicazioni dell’ISS per farlo in sicurezza sono consultabili nel rapporto tecnico “Indicazioni ad...

Leggi

Oculisti Soi: troppe ore fra pc e smartphone, raga...

Piovella: 30 secondi di stop ogni 20 minuti mantiene occhio in forma.

Preferire il computer allo smartphone, lubrificare regolarmente gli occhi con le lacrime artificiali ma soprattutto fermarsi...

Leggi

Fase 2, geriatri: bene nonni ‘liberi’ ma controllo...

Almeno per gli anziani più fragili.

Sbloccare il lockdown indipendentemente dall’età è un “Fatto molto positivo e logicamente fondato”. Infatti, “non...

Leggi

IIT: robot per telemedicina da costruire in ospeda...

Materiali comuni e software gratuito: già in uso in tre strutture.

Non c’è bisogno di grandi investimenti o procedure complesse per usare i robot per assistere i malati...

Leggi

Coronavirus, al Bambino Gesù consulenze a distanza...

06 6859 2088 il numero per contattare i pediatri dell'Ospedale.

Nel periodo di sospensione delle attività ambulatoriali non urgenti disposto dalla Regione Lazio, l’Ospedale Pediatrico...

Leggi

Coronavirus, volano acquisti ortofrutta per ricerc...

Prandini: attenzione perché mancano lavoratori per la raccolta

Con l’emergenza Coronavirus gli italiani vanno a caccia di vitamine per aiutare a rafforzare il sistema immunitario contro ...

Leggi

SCOPRI
L'APP